003-0
003-0
003-0
003-0
freccia precedente
freccia accanto

Denys Harkushenko: “Non sono riuscito ad andare alle Olimpiadi da giocatore. lattina, diventare un allenatore?»

Il nuovo staff tecnico di Gazprom-Ugra non nasconde ambizioni: assistente di Alexander Horbatkov, Denis Garkushenko, un palleggiatore molto noto in passato, fissa obiettivi massimi per sé e per la squadra. Abbiamo parlato con lui subito dopo essere arrivati ​​a Surgut e abbiamo scoperto molte cose interessanti.

Denis, ricordaci la tua carriera nella pallavolo.

Ha iniziato nella sua nativa Vologda, poi si trasferì a Yaroslavl. Da lì è entrato in nazionale, preparazione per le Olimpiadi di Sydney, ma ha perso la competizione contro Vadim Khamuttskikh e Konstantin Ushakov. Poi sono andato a Belgorod, ha giocato altri tre anni a Yaroslavl, poi c'era lo "Zenith" di Kazan, Ufa "Urali", Iscra, MTU…

E poi è diventato subito il capo allenatore?

che, sette anni fa invitato a Vladimir, il club ha giocato nella major league "B". lo ero allora 38 anni. Nel secondo anno, abbiamo raggiunto la finale della piattaforma "B" e ci abbiamo giocato per tre anni di seguito, fino a quando non sono diventati campioni e si sono fatti strada nella major league "A", dove hanno trascorso altre due stagioni. La situazione finanziaria a Vladimir non era delle migliori, e nella vicina Murom, la dirigenza cittadina era interessata alla squadra, quindi ci siamo trasferiti e siamo diventati "Murom". Ma un anno dopo, hanno deciso di concentrarsi sulla pallavolo femminile, e la squadra maschile è stata sciolta. Mi è stato offerto di guidare una nuova squadra, ma pallavolo femminile, Onestamente, - non mio.

E poi Alexander Gorbatkov ha chiamato ...

che, Alexander ed io siamo vecchi amici-rivali. Non ho pensato a lungo alla proposta di trasferirmi a Surgut, dopotutto, un ritorno in Super League, anche se in qualità di assistente.

Hai già parlato con l'allenatore?, Come condividerai le funzionalità??

che, naturalmente, ne ha parlato. Non avremo una rigida sottomissione, lavoreremo in coppia, insieme. Abbiamo opinioni simili sul gioco e sul processo di allenamento, se fosse altrimenti, improbabile che lavorino insieme. tuttavia, ognuno ha la propria testa sulle spalle, tutti possono esprimere la propria opinione, insieme cercheremo i compromessi e la soluzione migliore. importante, per avere un risultato positivo, in modo che riveliamo i ragazzi.

Che tipo di pallavolo ti piace?

Sono un sostenitore di un gioco di abbinamento veloce,
proveniente da protezione e finitura di alta qualità.

Conosci la squadra?

Non ancora con tutti (la conversazione è proseguita fino alla prima riunione del team - ca.. ed.), ma ne conosco molti della mia precedente vita di pallavolo, il mondo è lontano. per esempio, quando ho suonato alla base del Kazan "Zenith", Vadim Ozhiganov è passato nella squadra giovanile. Conosco Anton Botin, io e mio fratello maggiore giocavamo insieme, siamo ancora amici.

Ai raccoglitori, certamente, hai un interesse speciale?

che, per ragioni oggettive, ad essi verrà prestata particolare attenzione. Un giovane, secondo sperimentato, ma entrambi non hanno abbastanza esperienza di gioco in Super League. Lavoreremo con loro.

Quali obiettivi vede per la squadra nella prossima stagione??

Che sarà fornito dalla direzione. credo che, squadra per entrare davvero nei quarti di finale dei playoff, ovvero nelle otto squadre più forti della Superleague. credo che, che tutti i giocatori dovrebbero porsi questo obiettivo, Altrimenti, perché preoccuparsi di riunirsi??

Sei arrivato a Surgut solo un giorno fa, quali sono le prime impressioni?

Improvvisamente ho capito, che per la prima volta sono a Surgut in estate. Quando si gioca, vieni sempre qui in inverno, nel gelo. Non ho ancora avuto il tempo di vedere la città., ma vedo già, che per le città del nord è molto ben sviluppato. La sala è eccellente, e non ho ancora visto niente.

Quali sono le tue ambizioni personali??

Ogni soldato sogna di diventare un generale, Non sono un'eccezione. andando avanti, c'è una grande voglia di svilupparsi. Oltre a tutto il resto, molto dipende dalla fortuna, se tutto funziona, Voglio essere in nazionale, perché no? Voglio andare alle Olimpiadi. Fallito dal giocatore, lascia che sia un allenatore.