003-0
003-0
003-0
003-0
freccia precedente
freccia accanto

Christensen e Volkov - personalità nel gioco di squadra

Il gioco dei vertici russi nella finale della Coppa di Russia ha mostrato ancora una volta, che la pallavolo è un gioco di errori. Livello di squadra se non uno, poi molto vicino, e i risultati sono due partite 3:0 e 3:1, cioè, l'hack non ha funzionato. Solo per il motivo, che uno dei rivali avrebbe sicuramente iniziato a cadere, non tenere il passo con il livello proposto. Questo significa, per esempio, che lo "Zenith" di San Pietroburgo è ovviamente più debole dei compagni di squadra di Kazan, una volta sbriciolato davanti a Dynamo, che, a sua volta,, non è riuscito a opporsi a Kazan? Certo, no!

Ricordiamo subito, che la Dinamo ha vinto il campionato a Kazan, e i residenti di San Pietroburgo stanno appena iniziando a diffondersi nella composizione ottimale. Ma ancora - gli errori, soprattutto sistema e seriale, anche se in partite separate, ci sono ragioni specifiche.

Motivo uno: livello pre-giocatore, che determinano in gran parte il risultato. Sono di buona qualità a Lokomotiv, ma gioca secondo l'umore - se i due combaciano, allora la gente di Novosibirsk è capace di molto. A San Pietroburgo, Kluk si sta solo abituando alla sua solita posizione., e Urnaut, metti la mano sulla palla: il giocatore è intelligente, ma non sapeva inventare, come battere sistematicamente un blocco alto. La dinamo con Podlesnye stabile ha un'instabilità (sembra, cosa psicologicamente?) Semysheva e Bogdan, che ha perso la competizione contro Volkov nel "Fakel". Residenti di Kazan, sostituendo Ngapeta con Dmitry, non solo non ha perso, ma acquisito - principalmente nel desiderio, passione e spirito. E l'abilità di Volkov è confermata dalle statistiche. E i Poor Knife sbocciarono sotto il vecchio socio modenese Mike Christenson.

foto: Servizio stampa Zenit-Kazan

generalmente, il riequipaggiamento di Kazan in offseason ha funzionato al cento per cento: sono Volkov e Christensen a rappresentare il nuovo volto del club. E i raccoglitori sono il secondo e, forse, il motivo principale, quello che abbiamo visto a San Pietroburgo. Volkov confessa, cosa si "sballa" giocando con Mike, e Mike, sembra, fondamentalmente si alza in campo, offrendo pallavolo, che in Russia sembra un po' alieno, superando completamente il giovane talento di Abaev, e la collezione di Pankov. Il suo lavoro in campo non si basa tanto su combinazioni simulate., quanto dalla situazione attuale dall'altra parte della griglia. Mike non solo lo sa, chi è dove ha l'avversario?, ma cattura i movimenti e addirittura li predice. Combatti gli attaccanti dello Zenit, attaccando allo stesso tempo da un'altezza comoda, larghezza e velocità, при таком подходе становится весьма затруднительно.

chiaro, che non ci sono sciocchezze nella pallavolo - tutto è importante. E la squadra vince davvero, non singoli giocatori. Ma è stato il raccoglitore Christensen ad aggiungere quella magia al vincitore della Coppa di Russia, insieme a Volkov. Il resto è da guardare, imparare e invidiare.


Foto di copertina: volley2022.ru